Tag Archives: turchia

I veri nemici dell’Isis – Mozione Kobane

indexù

Al Sindaco di Marsciano
Al Presidente del Consiglio Comunale di Marsciano
Ai Consiglieri Comunali del Comune di Marsciano

Il sottoscritto Consigliere Comunale Federico Santi presenta la seguente mozione e chiede che venga iscritta all’Ordine del Giorno del prossimo Consiglio Comunale di Marsciano.

Oggetto: “Sostegno alla Resistenza Kurda e all’Autodeterminazione del suo Popolo”

Premesso che:

  • in tre cantoni della Siria, in particolare nella Regione del Rojava, in risposta alla disgregazione dello Stato centrale siriano e delle violenze settarie e confessionali, la popolazione multietnica e multireligiosa a prevalenza kurda si è autorganizzata rendendosi autonoma dal 2011. I gruppi politici locali hanno creato delle Istituzioni autonome ed elettive nelle città del nord che amministrano. Hanno dato accoglienza a molti sfollati dalle altre regioni della Siria in fiamme e, soprattutto, hanno avviato una politica inclusiva per le molte minoranze presenti nel territorio;
  • in Rojava convivono gruppi di diversa cultura e religione e questa cosa dovrebbe essere fortemente sostenuta dalla comunità internazionale. Sul suo territorio sono presenti tre campi profughi che accolgono un milione di sfollati da altre aree della Siria. Hanno un accordo di non belligeranza con il Presidente Assad che gli permette di combattere l’ISIS proponendo una via di democratica di convivenza con piena tutela di tutte le minoranze, cosa che ai kurdi non è mai stata concessa. Le innovative esperienze di convivenza tra diversi dovrebbero essere valorizzate dalla comunità internazionale, anche attraverso decise pressioni sull’antidemocratico Governo di Ankara affinché cessi la politica di embargo e ostilità nei confronti di questa zona libera della Siria che, oggettivamente, favorisce l’abominio dell’ISIS;

Considerato che:

  • si è formata una “Coalizione Internazionale”, a cui ha aderito anche l’Italia, con il preciso scopo di reprimere anche militarmente le forze dell’ISIS in Siria e Iraq, riconoscendo i kurdi come propri alleati;
  • con l’attacco a Kobane, l’ISIS ha provocato la fuga di circa 130.000 civili inermi cha hanno abbandonato la propria vita per riparare in territorio turco dove, attualmente, vivono incampi profughi mentre altrettanti si sono rifugiati negli altri cantoni della “Autonomia Democratica del Rojava”
  • per l’ISIS distruggere Kobane significa distruggere il cantone centrale di una straordinaria e democratica esperienza liberando, contemporaneamente, 150 km di confine con la Turchia;
  • la resistenza di Kobane vede un ruolo fondamentale della componente femminile. Ogni emanazione di questo governo comunitario è composto in modo da rispondere ad un modello ben preciso: un uomo e una donna;
  • la città di Kobane è stata riconquistata ma sono ancora 300 i villaggi contigui sotto la pressione del Califfato e tutti i rifugiati in Turchia desiderano solo tornare nelle loro comunità;
  • la Camera dei deputati, nella seduta del 17 Settembre 2014, ha votato un ordine del giorno in sostegno alla Autonomia del Rojava;

tutto ciò premesso e considerato,

il Consiglio Comunale di Marsciano

  • ESPRIME solidarietà alla municipalità di Kobane in segno di amicizia tra le nostre città;
  • CHIEDE al Governo Italiano di riconoscere l’autonomia kurda e impegnarsi a promuovere in tutte le sedi istituzionali opportune, anche europee, l’autodeterminazione del popolo kurdo;
  • CHIEDE al Governo Italiano di supportare la richiesta di apertura di un corridoio umanitario per inviare al Rojava gli aiuti già annunciati, affinché l’Italia svolga un ruolo decisivo per fermare l’Isis in continuità con l’attività svolta nel semestre italiano della Presidenza U.E.;
  • CHIEDE al Governo Italiano di operare affinché le Nazioni Unite possano cooperare con le autorità autonome di Rojava con invio di aiuti e mettendo sotto la propria egida i campi profughi ospitati in tale zona;
  • CHIEDE al Governo Italiano di intervenire sul Governo Turco per chiedere la piena fruizione dei valichi di frontiera non controllati dall’Isis anche per il coordinamento degli aiuti umanitari e a operare affinché la sperimentazione democratica dei tre cantoni di Rojava in Siria possa rafforzarsi dentro la prospettiva di un Paese libero, democratico e pluriconfessionale;
  • CHIEDE al Governo Italiano di fare pressioni sul Governo Turco per la cessazione del genocidio del popolo kurdo in Turchia e per il riconoscimento della civiltà, della cultura e dell’autonomia regionale kurda;
  • CHIEDE al Governo Italiano di riconoscere la Costituzione del Rojava “Contratto Sociale” di ispirazione democratica con radici illuministe.

Marsciano, 08 Giugno 2016

Federico Santi, Capogruppo Consiliare L’Altra Marsciano