Tag Archives: Santi Federico

Consiglio Comunale del 9 Settembre 2014

Intervento su secondo, terzo e quarto punto all’ordine del giorno accorpati: ALIQUOTE IMU ANNO 2014 E DETRAZIONI, REGOLAMENTO TASI, ALIQUOTE TASI ANNO 2014 E DETRAZIONI – APPROVAZIONI (intervallo 00:00 – 08:16)

 

Intervento sul sesto punto all’ordine del giorno: PROPOSTA ODG – TRASFORMAZIONE E45 IN AUTOSTRADA ESCLUSIONE PEDAGGIO PER I CITTADINI UMBRI – PRESENTATO DAI CONSIGLIERI MARINACCI LUCA, BERTINI ROBERTO E RABICA MICHELE (intervallo 05:45 – 13:28)

Watch live streaming video from comunedimarsciano at livestream.com

 

Intervento sul settimo punto all’ordine del giorno: INTERPELLANZA “DEPOSITO TEMPORANEO VINACCE CERRO” PRESENTATA DAL CONSIGLIERE SANTI FEDERICO (per intero)

 

Consiglio Comunale del 26 Luglio 2014

Intervento sul primo punto all’ordine del giorno: LINEE PROGRAMMATICHE – APPROVAZIONE (intervallo 00:00 – 13:20)

Watch live streaming video from comunedimarsciano at livestream.com

 

Intervento sul sesto punto all’ordine del giorno: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA’ INSALUBRI (intervallo 02:20 – 13:26 e, successivamente alla replica di Todini, controreplica nell’intervallo 36:25 – 45:20)

Watch live streaming video from comunedimarsciano at livestream.com

 

975

i mille

Sono le persone del comune di Marsciano che ci hanno dato fiducia; con 25 in più Garibaldi ha fatto grandi cose.

E’ quasi impossibile descrivere questa campagna elettorale senza scadere nella più melensa retorica autocelebrativa. Siamo stati bravi, bravissimi. Siamo stati talmente bravi  che, nell’ultima settimana, abbiamo accarezzato addirittura il sogno di ballottare. A conti fatti, dobbiamo essere coscienti di una cosa: senza quel sogno non avremmo raggiunto l’obiettivo di questa importante affermazione perchè il meccanismo del voto utile ci avrebbe schiacciato.

Ringrazio idealmente tutte le persone che hanno condiviso con noi questo percorso con la serenità di chi sa che quello che abbiamo fatto è solo l’inizio di una bella storia.

Non esiste, nei comuni sopra a 15.000 abitanti, un’affermazione di sinistra contro il PD di queste proporzioni nè in Umbria, nè, per quanto abbiamo potuto verificare, altrove. La Piccolotti (membra della presidenza nazionale di SEL, amica intima di Niki l’affabulatore… un pezzo grosso insomma) a Foligno si ferma al 7%.

I Sabatini sono stati altrettanto bravi. Hanno fatto una campagna elettorale in tutto e per tutto diversa dalla nostra. Hanno ben sfruttato qualche evidente contraddizione politico-familiare dentro al PD, si sono mossi nelle case e nel rapporto diretto con i cittadini (con qualche gravosa caduta di stile… ça va sans dire), mentre noi abbiamo preso il voto d’opinione negli incontri territoriali e nelle piazze. Non avevamo nè le caratteristiche nè il tempo materiale per fare più di quello che abbiamo fatto.

Non pensavamo che Sabatino  prendesse più di 2000 voti così come nessuno pensava che ne prendessimo 1000 noi. Fortunatamente ciò è avvenuto perchè le Destre e i 5 Stelle hanno fatto un risultato sotto le aspettative che ci avrebbe consegnato un’elezione diretta di Todini.

A conti fatti è veramente improbabile immaginare che avremmo raggiunto 3091 voti se fossimo andati uniti con i mostruosi mal di pancia simmetrici che questa decisione avrebbe prodotto.

Stasera ci rincontriamo, alla sala Vallerani del Museo del laterizio alle ore 21, per decidere, ancora una volta insieme, quello che vogliamo fare con un’unica granitica certezza : fuoco sul PD!

Daje!

Federico Santi

10/05/2014 – Sebben che siamo donne paura non abbiamo

donne donne 2

(più) donne e (meno) uomini ad ascoltare mentre i bimbi si divertono in piazza

Mai vista. Un’iniziativa politica di questo spessore e di questa tipologia a Marsciano non si era mai vista. Certe cose si raccontano male, bisogna viverle per capire quanti siano rare e preziose.

La paura che anticipava l’incontro era più che motivata: un sabato pomeriggio di bel tempo, uno dei primi di questa strana stagione, a parlare di servizi, questioni di genere e conciliazione tempi di vita / tempi di lavoro è un salto nel buio.

Risposta straordinaria. Federica Cinti che introduce magistralmente citando in conclusione Virginia Woolf, Caterina Piernera e la mens sana in corpore sano, Michelle Amy Polverino e l’assistenza al disagio, Tania Natalizi e i luoghi della crescita serena,  una intensa Elena Domnichetti che ci racconta la durezza del genitore che rimane solo, Micaela Doretto e  il coraggio di andare via per lavorare, Chiara Trippetta con l’idea dell’operatore di corridoio e…. Irene Biscarini ‘costretta’ a dare una mano fuori con i bimbi perchè la situazione è esplosiva.

In effetti la difficoltà a conciliare questo momento di impegno e riflessione con il ‘mestiere’ del genitore è reso evidente, durante l’incontro, dagli innumerevoli raid dei giovani red block nella sala.

Chiude Santi con qualche imbarazzo derivante dalla sua inadeguata condizione di genere con un pensiero che forse vale qualcosa: ‘Un percorso che produce un evento come questo dimostra, in sè, delle potenzialità straordinarie di riattivare nuovi linguaggi, nuove esperienze, una politica diversa’.

Cambiare si deve.