Tag Archives: liste civiche

Ammeto outlet

Nella prossima seduta, il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare la variante generale alla parte operativa del Piano Regolatore. Tra le numerose osservazioni pervenute spicca una richiesta di variante che consentirebbe la costruzione di un nuovo centro commerciale ad Ammeto. In tal caso si andrebbero ad aggiungere circa 2000 mq di superficie commerciale in una zona già ampiamente sfruttata commercialmente. L’osservazione è stata approvata all’unanimità dalla prima commissione. Come Altra Marsciano ci opporremo a questa decisione, come sempre abbiamo fatto quando si è trattato di contrastare il consumo del territorio e modelli di sviluppo basati su grandi agglomerati commerciali. La strategia del cemento si è rivelata fallimentare, ormai è chiaro: l’economia umbra è tra le ultime in Italia. Abbiamo sacrificato il nostro ambiente ed in cambio abbiamo ricevuto disoccupazione e svalutazione degli immobili esistenti. La scelta di insistere su questa via è paradossale in quanto si andrebbe a sovraccaricare un’area commerciale già satura come quella di Ammeto, depotenziando ulteriormente il già fragile centro storico.

Se la decisione della maggioranza non ci stupisce – la consiliatura si è aperta proprio con l’approvazione di un nuovo centro commerciale – quello che auspichiamo è che le forze di minoranza che per anni hanno combattuto l’amministrazione su queste tematiche, caratterizzandosi in questo senso, oggi si ritrovino a contrastare questa operazione. Diventerebbe incomprensibile l’atteggiamento di chi ha sbandierato insistentemente il suo impegno in favore del centro storico se oggi votasse favorevolmente ad un’iniziativa che indebolirà ancora di più le attività che cercano di resistere tra mille difficoltà.

L’argomentazione più utilizzata, quella secondo la quale la zona sarebbe già compromessa, ci sembra una riflessione politicamente ipocrita: prima si compromette una zona del territorio con l’opposizione di gran parte della popolazione e poi, ogni due anni, si aggrava la situazione brandendo la spada del completamento. Altro è il compito che gli elettori ci hanno affidato: amministrare un territorio e programmare il suo sviluppo, urbano ed commerciale. È quello che abbiamo intenzione di fare insieme a tutte quelle forze coscienti che PD e Destra (speriamo di essere smentiti), sempre pronte a battagliare su tematiche di rilievo elettorale, quando si tratta di riallinearsi al partito del mattone, rispondono sempre presente.

Yuri Capoccia – capogruppo Altra Marsciano

Per un’Altra Marsciano

A maggio 2019 si terranno le elezioni amministrative a Marsciano.

Cinque anni fa, la coalizione de L’Altra Marsciano si è presentata alle elezioni dopo la delusione dovuta al mancato accordo con le altre liste civiche di cui è sempre stata motore e promotrice sin dall’esperienza del 1999 con il candidato Di Mario.

Abbiamo sempre portato il centrosinistra al ballottaggio anche quando era molto forte; e molto forte è stata per lungo tempo anche la destra a Marsciano, ancora più forte delle passate elezioni amministrative, ma mai è stata scelta dai cittadini come antagonista al monocolore che stiamo cercando di soppiantare da almeno 20 anni.

Siamo convinti che ciò sia avvenuto perché i cittadini marscianesi sanno bene distinguere le elezioni amministrative da quelle politiche e europee; consapevoli delle differenze presenti tra forze radicate nel territorio, che si battono per abbassare le tariffe della mensa, difendere l’ambiente, salvare i centri storici, cambiare il modello di sviluppo urbanistico, rompere il sottopotere degli appalti, e quelle forze politiche che si presentano ogni 5 anni parlando di tematiche lontane, dal sapore politicista, rispetto alle quali nulla può un Comune nella nostra architettura istituzionale.

Con queste stesse idee, e senza alcun motivo di divisione tra quelli presenti 5 anni fa, facciamo un appello a tutte quelle liste civiche di impostazione laica e democratica che non vogliono lasciare Marsciano nelle mani di chi lo ha ininterrottamente governato in questi anni con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti, ma neppure regalarlo a forze senza alcun radicamento territoriale pronte a fare campagne elettorali roboanti tese ad un facile consenso senza alcuna visione concreta per Marsciano.

Noi non abbiamo alcun problema ad esprimere più di un potenziale candidato a Sindaco, ma pensiamo che si debba individuare una persona terza, capace ed onesta, che possa essere un elemento di garanzia per tutte le anime di quella che noi immaginiamo come una grande coalizione civica nella quale si possano riconoscere tutti coloro che non si sentono rappresentati da chi ha governato l’Italia negli ultimi 25 anni.

Firmatari:

Yuri Capoccia (Capogruppo in Consiglio Comunale) – Fabrizio Baiocco – Marco Pochini – Roberto Pileri – Fabio Vaselli – Giulio Rinaldi – Michele Pigicchia Bigicchia – Fabio Fiandrini – Nicola Burocchi – Sanni Mezzasoma – Francesco Fossi – Marco Santi – Valerio Trotta – Michelle Polverino – Michele Papi – Andrea Cardaioli – Flavia Battistoni – Chiara Tomassoni – Mattia Ruspolini – Tania Natalizi – Miriem Outaa – Lorenzo Giannoni – Federico Santi – Letizia Ridolfi – Salah Ez Zahar – Viola Bolli – Andrea Bufaloni – Matteo Bertolini – Sergio Pezzanera.