Tag Archives: esondabile

Non ci siamo

tutto

L’Amministrazione Comunale, nonostante l’atteggiamento molto costruttivo delle minoranza che si sono prestate a sostenere all’unanimità le iniziative del Comune sul tema Vinacce, fintanto che queste impediranno l’avvio dell’attività di deposito, infila un errore dopo l’altro.

In primo luogo siamo in attesa di capire se le iniziative poste in essere dal Consiglio Comunale avranno una loro efficacia o se dovremo ricorrere all’Ordinanza sindacale per sventare la minaccia sempre più incombente. In secondo luogo notiamo che la vigilanza e la pressione sugli operatori economici coinvolti in questa operazione non accenna a manifestarsi neanche nel caso dell’immensa cava concessa quasi due anni fa in una zona esondabile in aderenza alla confluenza tra Nestore e Tevere. Da sopralluoghi effettuati personalmente abbiamo potuto riscontrare l’assoluta mancanza di segnaletica nel momento in cui si stava ampliando (abusivamente?) la carreggiata della strada per il trasporto degli inerti e la presenza di un sistema di recinzione e occultamento del cantiere assolutamente sproporzionato e di straordinario impatto ambientale. Ci batteremo perché le prescrizioni di cantiere possano perlomeno mitigare i disagi di questa attività estrattiva già autorizzata. Anche nella zona nord,mentre si attende di capire come evolve la ricostruzione e la sistemazione della piscina, al momento completamente bloccate, si investe nuovamente con soldi pubblici nel campo di Castiglione della Valle senza discuterne con le comunità interessate. Con una decisione-lampo della giunta si è deciso di rendere idoneo l’impianto agli standard tecnici della serie D con una spesa prevista di 80.000€ in due anni (il totale è 170.000€ e non si capisce bene chi dovrebbe mettere il resto). Si pongono due ordini di problemi: 1. E’ giusto spendere 80.000€ e della collettività per una Società come il Villabiagio, sicuramente molto valida e vincente, nella quale non milita neanche un Marscianese e che non ha un settore giovanile? 2. Nel momento in cui la Nestor, come tutti ci auguriamo, dovesse salire di categoria dovremmo rispendere ancora altri soldi per adeguare l’impianto del capoluogo oppure la Nestor andrebbe a giocare a Castiglione? Non sarebbe stato molto più logico, non ascoltando le richieste di alcuni campioni di preferenze della zona Nord, ristrutturare il Campo sportivo del Capoluogo per metterlo a disposizione di tutte le squadre del Comune anche se questo fosse costato qualcosa in più? Non appena verrà riconvocata una Conferenza dei capigruppo porteremo queste tematiche in Consiglio Comunale per permettere a tutti i cittadini di capire le vere motivazioni di queste scelte.

Federico Santi, Capogruppo Consiliare L’Altra Marsciano