Miss(ing) Marsciano

ali

L’Amministrazione Comunale, con determina dirigenziale n.1084 del 31/12/2015, ha deciso di concedere un contributo di 3.600€ all’agenzia Syriostar di Montecatini Terme, per l’organizzazione della finale regionale di Miss Italia. Nella determina non si ravvisano estremi che facciano intendere se il contributo è relativo ad un rimborso spese per l’evento del 2014 (visto che nel 2015 l’evento si è svolto a Terni) o se trattasi di un obolo per ottenere la finale del 2016. In ogni caso riteniamo l’impegno di spesa immotivato e culturalmente non dignitoso. Non ci sfugge il fatto che le agenzie possano liberamente organizzare esposizioni di corpi femminili in costume che riteniamo arcaiche e di cattivo gusto. E nemmeno che il Centro di Marsciano, così penalizzato da anni dalle politiche urbanistiche dell’Amministrazione, abbia assoluta necessità di iniziative atte ad attirare potenziali clienti per gli “eroici” esercizi che ancora resistono nel cuore della città. Ma questo nulla ha a che vedere con la scelta politica di dare un contributo economico a queste operazioni squisitamente commerciali. Marsciano è piena di associazioni di ogni orientamento politico e di ogni estrazione socioculturale che faticano a trovare risorse per le funzioni basilari e che vivono sull’autofinanziamento dei loro associati. Riteniamo scandaloso che la Giunta Comunale, che brilla da oramai due anni per la propria latitanza, abbia pensato di incentivare, proprio l’ultimo giorno dell’anno, un evento gestito da agenzie estranee al territorio che danno un contributo per nulla positivo alla valorizzazione culturale di Marsciano.

Federico Santi, capogruppo Comunale L’Altra Marsciano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *