Interpellanza

INTERPELLANZA

 Su iniziativa del Consigliere Federico Santi

Avente ad oggetto: “Deposito temporaneo Vinacce Cerro

PREMESSO CHE

  • nelle scorse settimana sono apparse nei social network delle foto, che alleghiamo, che testimoniano in maniera inequivocabile lo sversamento di un liquido maleodorante, detto percolato, dai silos bags dove sono contenute le vinacce;

  • successivamente a tali eventi è scattata una denuncia all’ARPA, al Corpo Forestale dello Stato, Alla Polizia Provinciale, al Nucleo Operativo Ecologico, alla USL 1 ed alla procura della Repubblica di Spoleto da parte del comitato Salute e Ambiente di Marsciano; 

CONSIDERATO CHE

  • in data 28 novembre l’azienda Di Lorenzo, con un surreale comunicato stampa, rispondeva alle accuse con argomentazioni singolari tese a minimizzare l’accaduto e a dimostrare l’indimostrabile e, cioè, che il liquido di sgrondo non sarebbe stato assorbito dal terreno e non sarebbe confluito nei fossi adiacenti in base a tutte le leggi della fisica;

 VERIFICATO CHE

  • l’Amministrazione ha risposto con una ordinanza che imponeva il ripristino della situazione antecedente al misfatto ricavandone una copertura degli sversamenti con materiale assorbente inerte;

  • l’azienda in oggetto ha così tanto in considerazione le ordinanze dell’Amministrazione da procedere a ricorso contro quella che gli ha concesso lo stoccaggio con i silos bags e che chiedeva la redazione di un progetto che non è mai stato presentato;

  • lo stoccaggio avviene in un’area diversa da quella autorizzata nella Conferenza di Servizi del 4 Luglio 20214 nella quale insiste una proprietà pubblica, come si dimostra nelle carte allegate, rispetto alla quale l’Azienda non ha mai presentato il diritto di superficie;

SOTTOLINEATO CHE

  • in questi giorni è visibile a tutti una immensa pozza dello stesso materiale adiacente alla provinciale che riversa il liquido di sgrondo costantemente nel fosso parallelo alla stessa per andare poi nel Nestore dimostrando la non tenuta di numerosi, e non solo alcuni, silos bags;

  • questo era abbondantemente prevedibile in conseguenza del metodo con il quale sono stati posati i pesantissimi sacchi in un terreno non spianato e pieno di asperità e corpi irregolari;

 IL CONSIGLIERE COMUNALE Federico Santi

 CHIEDE AL SINDACO E ALLA GIUNTA

  • come si intende punire tali gravi comportamenti recidivi dell’Azienda Di Lorenzo;

  • se ritiene ancora di aver agito positivamente con l’emanazione dell’Ordinanza n. 323 che, di fatto, è stata impugnata dalla stessa Azienda che l’aveva suggerita;

  • come intende sanzionare la mancata presentazione del progetto richiesto nell’Ordinanza ben prima che l’Azienda facesse ricorso contro l’Ordinanza stessa e, quindi, in sua piena vigenza;

  • come intende muoversi nei confronti della Provincia per la mancata presentazione da parte dell’Azienda della servitù del sedime catastale della particella 773, Foglio 146 del Comune di Marsciano;

  • se non ritiene opportuno, dato il persistente danno ambientale che si produce nel sito in oggetto, emanare, finalmente, quell’Ordinanza contingibile e urgente che non permetta a questa attività di continuare ad operare nel sito in oggetto e nel nostro territorio comunale.

Marsciano lì 05/12/2014 Federico Santi