Finalmente si comincia!

Due liste certe, e una in procinto di esserlo, per un candidato serio e credibile con la convinzione di poter operare quel cambiamento ampiamente chiesto da tantissimi cittadini insoddisfatti di chi ha amministrato finora, in primis il Pd, e intenzionati a impedire una svolta a destra.

E’ la sintesi di quanto è emerso nel recente incontro tra i rappresentanti di tre liste civiche. Si tratta di un gruppo di cittadini che ritengono preziosa l’esperienza maturate nel campo politico, associativo, culturale e sportivo di Alvaro Angeleri, una parte di coloro che hanno condiviso l’esperienza, che ritengono conclusa, per Sabatino Ranieri, tra i quali l’ex consigliere Cristian Mattioli, e l’Altra Marsciano, già presente in consiglio comunale con Federico Santi prima e con Yuri Capoccia poi.

Al centro una politica per i centri storici, quello di Marsciano e di tutte le frazioni, un’idea di come promuovere Marsciano e la sua posizione strategica nello scenario regionale e nazionale, un’attenzione alle realtà associative e sportive che fanno vivere le nostre comunità, un rapporto nuovo con le frazioni e i loro servizi, un’attenzione al riuso e alla valorizzazione di quanto differenziato dai cittadini con la tariffa puntuale (chi più differenzia meno spende), una rivoluzione nel rapporto con l’ambiente e la progettazione urbanistica, una diversa gestione dei bandi e degli incarichi nella quale tutti abbiano le stesse possibilità di lavorare, una giunta forte e competente composta di persone che oltre ad una definita concezione politica, abbiano anche un minimo di conoscenza e di esperienza per le deleghe ricevute.

Persone come Sergio Pezzanera che, da sempre, vivono nel tessuto sociale, sportivo e del volontariato marscianese, rappresentano quella parte della collettività che si vuole impegnare per migliorare Marsciano fuori dalle logiche politiche nazionali e dalle strumentalizzazioni funzionali solo al consenso.

Questa esperienza è pronta a convergere e massimizzare il risultato con tutte quelle forze che si ritrovino nelle stesse analisi e nelle stesse proposte, senza alcuna pretesa di imporre candidature ma con la profonda convinzione delle proprie idee. Dividersi ancora di fronte allo scenario politico Marscianese sarebbe imperdonabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *