Comunisti marsciano

Domande e risposte

Perché c’avete ancora la falce ed il martello?

In effetti non è più molto di moda. Eppure siamo affezionati alle conquiste che in Italia abbiamo fatto grazie a quel simbolo. La Liberazione, lo statuto dei lavoratori, i diritti civili. Il partito comunista si è sciolto nel 1991, la maggior parte dei comunisti di allora si è convertita al mercato libero perché qualsiasi altra scelta era ormai anacronistica. Ora, provate a chiedere ad un ragazzo nato dopo il 1991 come vede il suo futuro nel nostro paese. Detto questo la coalizione è formata da due liste: una con i simboli del lavoro e un’altra che esprime altre sensibilità. Il patto è questo: ognuno con la sua storia senza veti ed egemonie di sorta.

Un sindaco e la sua giunta possono risolvere i problemi del mondo?

No. Però da un comune di quasi 20mila abitanti come il nostro, può partire un messaggio forte. L’amministrazione marscianese è la stessa dal dopoguerra. E’ la stessa classe politica che ha condotto il nostro paese nello sfascio attuale. Nonostante tutti, dal primo all’ultimo, parlino di “cambiamento”, “svoltabuona” e via dicendo, loro non possono cambiare nulla. In tutti questi decenni, la rete di interessi che si è creata è indistruttibile. La questione COOP ad Ammeto è una delle tante dimostrazioni: il sindaco e la sua giunta sanno benissimo che il territorio è saturo di cemento e che un nuovo centro commerciale causerà la chiusura di un altro centro. Però non possono votare contro gli interessi di chi li tiene lì, se non altro per una questione di riconoscenza.
Quella rete si nutre dei nostri voti. Togliendoli, la rete cade, e tutto si rimette in discussione. Per cambiare, bisogna cominciare a guardare altrove.

Perché non siete più insieme a Sabatino?

Innanzitutto perché, amici ed ex compagni, eletti con il contributo determinante di Rifondazione comunista, hanno chiesto a questa forza politica, in modo incomprensibile, di togliere i propri simboli. Successivamente, quando questa richiesta è stata messa in discussione da alcuni (non tutti) dei rappresentanti dell’esperienza civica, abbiamo proposto di scegliere il candidato sindaco tramite assemblea, ci è stato detto di no. La discussione, il confronto la partecipazione sono il cuore del nostro programma, non ci sentiremmo a posto con la coscienza se scrivessimo che “conta la voglia dei cittadini che si impegnano” se poi non coinvolgessimo questi cittadini nelle nostre decisioni.
Perciò ognuno per la sua strada ma restiamo amici, carta canterà e non perdiamoci di vista.

E perché volevate cambiare candidato sindaco?

Svecchiare la politica, combattere i partiti personalistici, avere processi democratici: sono tutte belle cose. Noi abbiamo due liste con età media 36 anni che hanno scelto democraticamente da chi essere rappresentati. Nessuno di noi ha ritenuto giusto accettare imposizioni da chi aveva già realizzato un mezzo miracolo cinque anni fa sostenuto dalla stessa falce e martello che non voleva più.

Perchè avete invitato Todini al confronto a due?

Innanzi tutto abbiamo rivolto il nostro invito a tutti e in tutte le formule possibili. In seconda battuta perchè nessun candidato ha risposto alla nostra proposta di confronto a 6; perchè, probabilmente, a nessuno conviene confrontarsi col nostro programma fatto di come e non di vorrei; perchè il perfido Alfione si è sottratto al confronto a 6 con argomentazioni strumentali sull’impossibilità di confrontarsi seriamente con un numero di partecipanti troppo ampio per esprimere le sue logorroiche ovvietà compatibilistiche. Di fronte alla nostra offerta senza rete non ha potuto declinare l’invito. Anche gli altri candidati potrebbero farlo ma non lo fanno. Tutte le altre domande che, a questo punto,  vi stanno frullando in testa le potete rivolgere agli altri 5 schieramenti.

Altre domande?

Mandacele! info@altramarsciano.it

2 Comments

  1. La posizione di Yuri Capoccia sulla libertà religiosa e sui presunti diritti dei credenti islamici è puramente demenziale. L’Islam oltre a far propaganda religiosa è anche un potentissimo movimento politico con la testa in Arabia Saudita, le armi in tutto il medio Oriente e parte dell’Asia e nuclei di infiltrazione nei paesi europei più tolleranti (Francia, Germania, Gran Bretagna) o con un passato coloniale significativo. Il movimento politico professa una ideologia paragonabile da vicino al modello nazista a partire dall’antisemitismo e dall’omofobia per arrivare all’odio per i comunisti, gli atei, le donne e perfino i cani che non possono salire sull’autobus se accompagnano un cieco e sull’autobus ci sono mussulmani. Insomma credere alla buona fede dei mussulmani è pura follia come anche pretendere di rispettare tutte le loro complicate credenze e magari cambiare le nostre leggi se non vanno d’accordo con il Corano. L’odio che gli islamici provano per la nostra civiltà e i nostri valori è evidente in ogni loro manifestazione pubblica, dal portare le donne il velo come tante suore di clausura, allo sgozzare gli animali fino al dissanguamento della povera bestia tra atroci dolori. Questa chiamiamola cultura non è integrabile né assimilabile ai valori liberal democratici che provengono dalla Rivoluzione Francese. Yuri Capoccia deve scegliere o di qua con la civiltà europea e occidentale o di là con i primitivi barbari stupratori e pedofili (Maometto si unì in atrimonio con una bambina di 5 anni, così almeno dice il Corano, e non sarebbe pedofilia questa?). Stia tranquillo Capoccia che se la scelta della c.d. sinistra sarà quella di pretendere di stare in mezzo o peggio dalla parte dei criminali barbuti e della loro ideologia di morte e sopraffazione, l’ascesa di Matteo Salvini nell’empireo della nostra Politica non tarderà molto, appoggiata da tanti come me che di destra non sono e non saranno mai!

    1. Che dire? la Sua misconoscenza delle persone mussulmane è alla base del delirio che ha scritto. Quello che lei addebita all’Islam in senso generale è la degenerazione wahabita presente in Arabia Saudita che, guardacaso, è l’unica alleata occidentale nella zona. Voti pure Salvini se lo ritiene necessario ma sappia che non esisterebbe salvezza se quello che lei dice fosse vero. Come pensa di risolvere il problema di miliardi di persone nel mondo così intimamente cattive?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *